• Home
  •  > Notizie
  •  > Il mistero del Fiume: un cadavere riaffiora dietro al municipio

Il mistero del Fiume: un cadavere riaffiora dietro al municipio

Si tratta di un cittadino indiano di 37 anni senza fissa dimora È stato un passante a notare il corpo galleggiare a riva Il medico legale: è annegato

pasiano. Giallo a Pasiano: il corpo senza vita di un uomo è stato restituito ieri mattina dal fiume Fiume nei pressi del ponte di via Molini, proprio dietro villa Saccomani, del municipio. Il recupero si è concluso verso mezzogiorno.

Nel primo pomeriggio la vittima è stata identificata: si tratta di Singh Nav Deep, 37 anni, di origini indiane. L’uomo, irregolare in Italia, risulta senza fissa dimora e con qualche precedente penale. Negli ultimi tempi aveva abitato a Prata, ma da mesi si era perse le sue tracce.

Un cittadino pasianese verso metà mattina stava passeggiando lungo il parco dei Molini quando si è accorto di un corpo che affiorava dall’acqua, all’altezza del ponte sul Fiume a pochi passi dal municipio. Immediatamente è scattato l’allarme e sul posto sono giunti i carabinieri ed i vigili del fuoco con una squadra di sommozzatori. Il corpo è stato tratto dall’acqua poco dopo mezzogiorno.

Il medico legale Lucio Bomben ha accertato che la morte per annegamento dell’uomo risale a circa tre-quattro giorni fa. Mistero fitto sulle cause della caduta nel fiume tanto che tutte le piste sono aperte: potrebbe essersi trattato di una scivolata accidentale, come di un malore improvviso o di un gesto volontario. La salma è stata portata all’obitorio dell’ospedale di Pordenone, il pm Maria Grazia Zaina ha disposto per oggi la cosiddetta “ricognizione” cadaverica prima del nulla osta alla sepoltura.–

C.St.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Pubblicato su Il Messaggero Veneto