Domani i funerali di Barazzutti

L’anziano rimasto vittima dell’esalazioni di gas nella sua abitazione

SAN DANIELE. Saranno celebrati domani alle 10.30 nella Chiesa di Madonna di Strada i funerali di Sergio Barazzutti, il pensionato di 76 anni morto la notte tra sabato e domenica a causa delle esalazioni di monossido di carbonio. La salma poi sarà tumulata nel cimitero di San Daniele dove c'è la tomba di famiglia. Rimane ancora sotto sequestro, invece, a disposizione degli inquirenti, l'abitazione dell'uomo. A causare la formazione del gas killer, molto probabilmente il malfunzionamento di una stufetta alimentata da Gpl il cui bombolone era posto all'esterno. La sera prima, intorno alle 20.30, la badante dell'uomo lo aveva lasciato e gli aveva dato appuntamento al giorno dopo, quando attorno alle 11. 30 lei come sempre sarebbe arrivata con il pranzo da consumare insieme. La mattina successiva, invece, quando la donna è arrivata ha subito notato che qualcosa non andava, troppo pochi movimenti in quella casa. Di corsa è scesa dall'auto e si è precipitata in casa: l'abitazione era già satura di monossido: nella gabbietta posta in veranda giaceva già morto il piccolo canarino. In camera da letto la stessa sorte era capitata al signor Barazzutti che è stato trovato esanime nel suo letto. Unico superstite presente quella notte all'interno dell'abitazione il piccolo Buli, il meticcio trovato ancora vivo e salvato da pompieri e dal veterinario dell'azienda sanitaria. Adesso a occuparsi della bestiola scampata alla morte e di tutti gli altri animali che facevano compagnia al signor Barazzutti, Maria, la badante che per tanti anni si è presa cura di quella casa.(a.c.)

Pubblicato su Il Messaggero Veneto