• Home
  •  > Notizie
  •  > Volontario e “nonno vigile”: Buja piange Francesco Aita

Volontario e “nonno vigile”: Buja piange Francesco Aita

Aveva 69 anni, era stato attivo nella Protezione civile

BUJA. Lutto a Buja dove è mancato Francesco Aita, volontario a servizio delle associazioni della cittadina. Aveva 69 anni ed è mancato domenica sera nella sua casa di famiglia dove era rientrato recentemente dopo un ricovero in ospedale. Nell’ultimo periodo stava lottando contro un brutto male contro il quale non è riuscito a vincere.

La notizia della scomparsa di Francesco Aita si è diffusa rapidamente nel paese collinare dove era molto conosciuto per la sua costante presenza nel volontariato cittadino.

Tra i suoi tanti impegni quello nel gruppo della Protezione Civile comunale in cui era presente da una quindicina di anni e che l’arrivo del Covid negli ultimi due lo aveva costretto ad abbandonare: nel sodalizio, Aita aveva partecipato all’organizzazione di diverse attività come quelle di addestramento per l’evacuazione delle scuole. E alle scuole era sempre molto legato, poiché fino a che ha potuto ha svolto il ruolo di “nonno vigile” alle elementari di Avilla per rendere più sicuro l’arrivo a scuola dei bambini.

Francesco Aita era stato anche presente nel gruppo “Buja sicura” per il controllo del territorio, aveva dato una mano nella Pro loco e nelle locale Croce Rossa, mentre sul fronte sportivo era stato operativo sia nella Cicilistica Bujese che nella Jam’s Bike.

A Buja la figura di Aita è ricordata per la grande disponibilità che ha sempre dimostrato nelle attività della cittadina: «Francesco – lo ricordano il sindaco Silvia Pezzetta e il vice sindaco Marco Zontone – era una persone mite, gentile e sempre a disposizione. Dove c’era qualcosa da fare lui ha sempre garantito la sua presenza e il suo apporto costante. Era una persone riservata ma che nel suo fare in silenzio ha dato molto alla nostra comunità. L’amministrazione comunale esprime il dispiacere e la vicinanza alla famiglia di fronte a una grande perdita per Buja».

Aita nella sua vita aveva lavorato all’azienda Atala, operativa in passato nella zona artigianale di Polvaries. Lascia il fratello Umberto.

I funerali saranno celebrati giovedì 28 luglio alle 10 in duomo, dove mercoledì 27 luglio sera alle 18.30 sarà recitato il rosario.

È possibile portare l’ultimo saluto alla salma nella casa funeraria Memoria delle onoranze Sordo.

Pubblicato su Il Messaggero Veneto