• Home
  •  > Notizie
  •  > Non risponde al telefono e i vicini non lo vedono da cinque giorni: trovato morto in casa

Non risponde al telefono e i vicini non lo vedono da cinque giorni: trovato morto in casa

FONTANAFREDDA. I vicini non lo vedevano e da qualche giorno e dopo l’allarme lanciato dai parenti un anziano è stato trovato morto in casa dopo cinque giorni a Nave.

Edoardo Isola, 70 anni, viveva in una villetta in via Liuturi. Sabato sera i vicini hanno dato l’allarme con i parenti. In via Liuturi è stato immediato l’intervento delle forze dell’ordine con i vigili del fuoco di Pordenone e il personale del 118. «Intorno a mezzanotte tra sabato e domenica ho visto i mezzi dei vigili del fuoco fermi davanti alla villetta di Isola e il cuore è balzato in gola – ha ricostruito Dino Poletto presidente Pro Nave –. È stato un fine settimana tragico per la nostra frazione: è annegato nel fiume Livenza l’ottantenne sacilese Primo Ortolan ed è stato trovato deceduto Edoardo Isola, che era residente nella comunità di Nave da un paio di anni. Ci uniamo nel cordoglio alle due famiglie».

A Nave ricordano il settantenne. «Isola era un uomo molto riservato e discreto – ha aggiunto Poletto –, che abitava a volte con un suo parente. Lo vedevamo passeggiare lungo via Liuturi».

La salma è stata trasferita dalle pompe funebri Checchin nella camera ardente dell’ospedale di Sacile, in attesa di autopsia. «Si ipotizza un malore – ha aggiunto Poletto – perché hanno trovato Isola riverso sul pavimento, forse è scivolato. Era un uomo mite e anche molto solitario».

Sul posto sono intervenuti, sabato sera, i vigili del fuoco, lo staff 118 e gli uomini dell’Arma che sono entrati nella casa dell’anziano per capire che cosa gli fosse accaduto. Pochi passi all’interno e poi i sanitari hanno trovato il corpo senza vita

«La vita nella nostra piccola frazione è condivisa e semplice: ci conosciamo tutti – ha concluso dice il presidente della Pro Nave –. Non dimenticheremo il nostro compaesano»

Pubblicato su Il Messaggero Veneto