• Home
  •  > Notizie
  •  > Lavora sul trattore, ma il mezzo prende fuoco: muore carbonizzato

Lavora sul trattore, ma il mezzo prende fuoco: muore carbonizzato

TAVAGNACCO. Il suo corpo è stato trovato a due metri di distanza dal trattore che stava cercando di sistemare e che ha preso fuoco.

Dante Battistig, 75 anni, di Tavagnacco è morto carbonizzato mentre stava svolgendo dei lavori di manutenzione sul mezzo agricolo, in un appezzamento di terra di sua proprietà vicino a via Prà d’Attimis a Cavalicco, frazione di Tavagnacco.

L’allarme è stato lanciato ieri pomeriggio, poco prima delle 15, quando alcuni residenti della zona hanno notato il fumo e le fiamme.

Sul posto si sono precipitati i vigili del fuoco del Comando provinciale di Udine e gli operatori sanitari del 118: purtroppo, però, per il pensionato non c’è stato nulla da fare se non constatarne il decesso.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l’uomo che in quel momento si trovava da solo, era intento a sistemare il mezzo quando, per cause ancora in corso di accertamento, il trattore ha preso fuoco e una fiammata ha investito il 75enne che purtroppo non è riuscito a mettersi in salvo in tempo.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Feletto Umberto e i colleghi del Nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Udine. Il mezzo agricolo è stato posto sotto sequestro, a poca distanza è stata rinvenuta anche una tanica con del gasolio.

Dell’accaduto è stato tempestivamente informato il magistrato di turno della Procura della Repubblica di Udine. I familiari di Battistig, appena avvisati di quanto era successo, sono giunti in via Prà d’Attimis.

Chiusi in un doloroso silenzio, hanno assistito al recupero della salma, stretti gli uni agli altri. È il sindaco di Tavagnacco Moreno Lirutti a esprimere la vicinanza della comunità alla famiglia.

«A nome mio e dell’amministrazione – dichiara – porgo le mie più sentite condoglianze alla famiglia per la morte di Dante, una notizia che ci addolora.

Colgo l’occasione per invitare chi si accinge a svolgere dei lavori di manutenzione sui mezzi a farlo con la massima prudenza e soprattutto non da soli».

Pubblicato su Il Messaggero Veneto