• Home
  •  > Notizie
  •  > È morto padre Brunello fu parroco al Sacro Cuore e apprezzato educatore

È morto padre Brunello fu parroco al Sacro Cuore e apprezzato educatore

Si è spento a Gallarate per sospetto Covid 

l’ultimo saluto

Un altro lutto ha toccato la comunità del Sacro Cuore. A distanza di una decina di giorni dal decesso dell’ultimo parroco gesuita, padre Antonio Bressan, è scomparso all’età di 90 anni, sempre per sospetto coronavirus, padre Diego Brunello. Il decesso è avvenuto nell’infermeria della Casa dell’Ordine a Gallarate. Anche in questa circostanza la notizia è stata appresa con intensa commozione da tutti i parrocchiani che lo ricordano con immutata stima e tanto rimpianto.

Nato nei pressi di Bassano del Grappa, padre Brunello era entrato nel noviziato gesuitico a sedici anni ed era stato consacrato sacerdote nel settembre del 1960. Quando nel 1970 la parrocchia del Sacro Cuore veniva affidata ai gesuiti, era arrivato nella nostra città come vicario coadiutore al seguito del primo parroco gesuita padre Dino Faggion.

Padre Brunello si era attivato per la ricostituzione del Gruppo scout di Stella Mattutina. Intenso e fecondo, si era rivelato l’aiuto dato dal Gruppo alla popolazione del Friuli nell’emergenza terremoto, operando nei territori di Moggio, Resiutta e della val Raccolana.

Nel 1977 padre Brunello veniva nominato parroco e la sua missione era durata fino al 1986. Si era particolarmente attivato per la pavimentazione della chiesa del Sacro Cuore, il suo riscaldamento e la posa delle vetrate all’ingresso e sui matronei per far fonte alla dispersione termica. Ma padre Brunello è stato soprattutto un indimenticato educatore. —

Pubblicato su Il Messaggero Veneto