• Home
  •  > Notizie
  •  > Muore a 35 anni dopo aver lavorato tutto il giorno sotto il sole, indagato il titolare del cantiere

Muore a 35 anni dopo aver lavorato tutto il giorno sotto il sole, indagato il titolare del cantiere

Sarà l’autopsia a chiarire le cause della morte di Costel Mereuta, 35 anni, spirato in ospedale dopo essersi sentito male

PORDENONE. C’è un indagato per la morte, avvenuta la scorsa settimana, di Costel Mereuta, operaio romeno residente a Verona, 35 anni appena compiuti. È morto mercoledì scorso all’ospedale di Pordenone, dopo aver lavorato in un cantiere stradale a Rivarotta di Pasiano. La giornata era molto calda e sulla sua morte la procura intende fare chiarezza.

Il pm Monica Carraturo ha aperto un fascicolo per omicidio colposo ed è stato iscritto nel registro degli indagati il titolare dell’azienda per la quale il 35enne lavorava, la Pmd di Grantorto (Padova). Fondamentale, per capire cosa possa aver provocato la morte dell’operaio, l’autopsia che è stata affidata al medico legale Michela Frustaci e che è in programma per oggi.

Secondo quanto ricostruito fino a questo momento dai funzionari dell’azienda sanitaria che si occupano di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro e dai carabinieri della stazione di Prata, agli ordini del comandante Massimo Scarda, Mereuta aveva lavorato nel cantiere insieme con altri due colleghi, dalle 7.30 alle 12, quindi ha dedicato un’ora alla pausa pranzo, per riprendere alle 13. Stavano realizzando gli scavi per la posa in opera di tubi. Colto da un malore verso le 17, è stato soccorso dagli altri operai. Sul posto sono giunte l’automedica, l’ambulanza, i carabinieri. Mereuta è stato accompagnato in ospedale, dove è deceduto in serata.

Oggi il medico legale Michela Frustaci, consulente del pm, eseguirà l’autopsia. Sarà un passaggio cruciale per stabilire la causa del decesso. Gli inquirenti intendono accertare se l’arresto cardiaco sia stato provocato dal colpo di calore o causato da patologie pregresse.

Gli altri due operai erano provati dall’afa, particolarmente intensa quel giorno, ma non sono finiti in ospedale come Costel.

Accertamenti sono stati effettuati anche sulle condizioni e sul contratto di lavoro.

Pubblicato su Il Messaggero Veneto