• Home
  •  > Notizie
  •  > Addio a Francesca Beltrame, funzionaria al Parlamento Ue: aveva 51 anni

Addio a Francesca Beltrame, funzionaria al Parlamento Ue: aveva 51 anni

È morta a Bruxelles. Era figlia di Luigi, per molti anni sindaco di Mortegliano. Tra qualche giorno una funzione di commiato nel suo paese di origine

MORTEGLIANO. Sapeva portare gioia e voglia di vivere ovunque si trovasse, trasmetteva vitalità ed energia. Così le tante persone che l’hanno conosciuta ricordano Francesca Beltrame, originaria di Mortegliano, scomparsa sabato mattina a Bruxelles a soli 51 anni, per una malattia che ha combattuto a lungo, con forza e rara tenacia, sempre con il sorriso.. Nata a Mortegliano nel febbraio 1968, si era laureata a Bologna in giurisprudenza, con successivo dottorato di ricerca in diritto delle comunicazioni. Ha vissuto, studiato e lavorato in Spagna, a Parigi e soprattutto a Bruxelles.


Era da molti anni un funzionario dell’Unione Europea tra i più stimati e apprezzati, per le sue competenze giuridiche, la grande professionalità, la naturale capacità di relazione con le persone, la passione per il lavoro, la generosità.


Dopo le esperienze in diversi Paesi europei, Francesca aveva intrapreso la carriera di funzionaria al Parlamento europeo, ricoprendo ruoli di alta responsabilità all’interno dell’istituzione.


A Bruxelles aveva anche formato la sua famiglia, ma a Mortegliano e più in generale in Friuli aveva mantenuto amicizie e conoscenze che incontrava ogni volta che faceva visita ai parenti.


Nei prossimi giorni una cerimonia speciale in suo ricordo sarà organizzata nella sede del Parlamento europeo, ma anche in Friuli, nella sua Mortegliano, a fine mese è prevista una funzione di commiato.


Francesca lascia i suoi figli, David e Giacomo, di tredici e sedici anni, il compagno della vita, suo marito Harm, professore di diritto europeo e internazionale all’Università di Kent.


Lascia i suoi genitori, la mamma Maria Luisa, per molti anni maestra alla scuola elementare di Mortegliano, e il papà Luigi Beltrame, che di Mortegliano è stato sindaco dal 1970 al 1990, per tanti anni insegnante all’istituto Malignani. Lascia i fratelli Anna (giornalista del quotidiano La Nazione in Toscana) e Federico (organizzatore di eventi in Friuli Venezia Giulia), e i tanti amici che in questi anni ha incrociato nell’Europa in cui tanto credeva. A salutarla nella sua casa di Bruxelles c’erano decine e decine di uomini e donne di tante nazionalità, uniti dall’affetto e dal dolore, per la scomparsa di una grande amica, di una persona rara. Capace appunto di portare gioia e voglia di vivere ovunque si trovasse.

Pubblicato su Il Messaggero Veneto