• Home
  •  > Notizie
  •  > Addio all’ex comandante dei Vf

Addio all’ex comandante dei Vf

L’ingegner Catano, 92 anni, era al fianco di Zamberletti nel 1976

Aveva gestito l’emergenza nel post terremoto al fianco del commissario straordinario per l’emergenza, Giuseppe Zamberletti. Nel 1976, Stefano Catano, era il comandante dei vigili del fuoco di Udine. È morto venerdì pomeriggio, aveva 92 anni. Ingegnere, siciliano d’origine, Catano arrivò a Udine nel 1974. Da allora, con la famiglia, visse in via Monte Hermada. In Friuli si era sempre sentito a casa sua, e quando il terremoto seminò morte e distruzione, Catano non mancò di portare il suo aiuto alle comunità in ginocchio. Quell’impegno gli valse il riconoscimento del Capo dello Stato, Carlo Azeglio Ciampi, che volle congratularsi personalmente con lui.

Professionista integerrimo di grande personalità e doti morali, Catano fu il braccio destro di Zamberletti, allora capo della Protezione civile. Catano per quasi un ventennio fu anche consulente dell’Unione industriali, era il massimo esperto in regione di protezione antincendio. Rotariano, partecipe a tante attività e circoli friulani, gioviale di carattere e sempre disponibile con tutti, era conosciuto in città anche per le numerose attività umanitarie realizzate con la moglie Laura Passarella, medico chirurgo all’ospedale Santa Maria della Misericordia.

L’ingegnere, in particolare aveva progettato un ospedale in Costa d’Avorio e realizzato e donato una Casa per lebbrosi in collaborazione con il Centro missionario di Gorizia.

Catano se ne è andato a pochi mesi dal sessantesimo di matrimonio che avrebbe voluto festeggiare con la moglie. La loro era un’unione indissolubile. Oltre alla moglie Laura, lascia le figlie Anna Maria, giornalista, e Donatella, insegnante, il figlio Giacomo, manager e i cinque nipoti. Attorno ai familiari si stanno stringendo molti amici perché Catano era una persona amata da tutti.

La cerimonia funebre si svolgerà nella parrocchia di San Marco, in Chiavris. La data e l’ora sarà comunicata dai familiari nei prossimi giorni.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Il Messaggero Veneto