• Home
  •  > Notizie
  •  > Un uomo di 59 anni trovato morto in casa

Un uomo di 59 anni trovato morto in casa

SAN PIETRO AL NATISONE

È stato ritrovato riverso in casa, ormai privo di vita.

Un malore fulminante ha stroncato, all’età di appena 59 anni, la vita di Massimo Blasutig, che risiedeva a San Pietro al Natisone.

A lanciare l’allarme, nella giornata di lunedì, sono stati alcuni parenti di Blasutig, che viveva da solo.

Preoccupati per l’inspiegabile assenza di risposte alle chiamate e alle citofonate, i familiari – che lo avevano sentito al telefono appena un’ora prima, intorno alle 11 – hanno attivato le forze del soccorso.

Sul posto sono così intervenuti i vigili del fuoco, per consentire l’accesso all’alloggio, e una pattuglia dei carabinieri della Compagnia di Cividale, alla guida del capitano Rossella Pozzebon.

Nell’abitazione, purtroppo, la triste scoperta.

Il decesso, verificatosi dunque in un arco di tempo molto circoscritto, è stato subito attribuito a cause naturali.

Profondo cordoglio per la prematura scomparsa viene espresso dal sindaco del capoluogo valligiano, Mariano Zufferli, che a nome dell’amministrazione comunale e dell’intera comunità manifesta vicinanza ai congiunti di Massimo Blasutig.

Persona riservata, ma comunque conosciuta e molto stimata, il cinquantanovenne era stato un dipendente dell’azienda Harlan, che ha operato nella zona industriale di San Pietro al Natisone fino ad alcuni anni fa, quando la proprietà ha scelto di concentrare la produzione all’estero, chiudendo lo stabilimento locale. —

L.A.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Il Messaggero Veneto