In evidenza
Sezioni
Annunci
Quotidiani NEM
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Chiese in Provincia di Gorizia - città di Medea: Chiesa di Santa Maria Assunta

Chiesa di Santa Maria Assunta
Glesia di Santa Maria S. Maria Assunta

GORIZIA / MEDEA
Via Roma - Medea (GO)
Culto: Cattolico
Diocesi: Gorizia
Tipologia: chiesa
L'attuale parrocchiale di Medea è frutto di diverse trasformazioni ed ampliamenti a cui fu sottoposta nei secoli. Costruita nel XIII secolo, le prime notizie risalgono a inizio Cinquecento, in cui è citato il pittore di Venezia Gasparre Negro che affresca una cappella della chiesa, ed in seguito al 1570 dalla relazione della visita dell'abate Bartolomeo da Porcia. All'epoca della consacrazione avvenuta nel 1685 la chiesa doveva essere dotata di quattro altari. Nel corso dell'Ottocento la... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

L'attuale parrocchiale di Medea è frutto di diverse trasformazioni ed ampliamenti a cui fu sottoposta nei secoli. Costruita nel XIII secolo, le prime notizie risalgono a inizio Cinquecento, in cui è citato il pittore di Venezia Gasparre Negro che affresca una cappella della chiesa, ed in seguito al 1570 dalla relazione della visita dell'abate Bartolomeo da Porcia. All'epoca della consacrazione avvenuta nel 1685 la chiesa doveva essere dotata di quattro altari. Nel corso dell'Ottocento la chiesa risultava essere inadatta a contenere l'aumentata popolazione, perciò si decise di ampliarla, portandola alle dimensioni attuali; in seguito furono costruite la nuova sacrestia e la cantoria. Negli anni Venti del Novecento la chiesa fu oggetto di diversi lavori di completamento degli interni e di rifacimento della facciata. Ulteriori lavori di restauro, manutenzione e ammodernamento delle strutture della chiesa e del campanile, nonché del sagrato antistante si susseguirono in diversi tempi e circostanze, fino ad oggi.

Impianto planimetrico

La chiesa è orientata a Est - Sud Est. La configurazione planimetrica è molto semplice: l'edificio si compone di un'unica navata longitudinale, con due cappelle laterali ed una nicchia absidata sulla parete di sinistra in fondo, e di un presbiterio a base quasi quadrata. Addossati al presbiterio, sul lato sinistro vi è la sacrestia, sul lato destro un locale adibito a magazzino, sulla parete di fondo il campanile. Le dimensioni massime della chiesa sono: lunghezza 25,72 ml; larghezza 9,42 ml; altezza navata - colmo sotto trave 10,89 ml; altezza navata - catena di capriata 8,51 ml. La chiesa è preceduta da un sagrato ed è circondata lateralmente e sul retro da una cinta in pietra.

Strutture verticali

Tutte le murature sono in pietrame. L'edificio è interamente intonacato e tinteggiato color crema. La facciata principale, a capanna, alla base presenta un alto basamento in pietra; è scandita verticalmente da quattro lesene con capitelli tuscanici, sormontate dalla trabeazione che si interrompe al centro; sopra a questa è impostato il frontone con cornice aggettante e dentellata. Le aperture si collocano in asse con la navata: il portale d'ingresso, inquadrato in pietra e sormontato da un timpano semicircolare spezzato; una nicchia absidata in cui è ubicata la statua della Madonna Assunta; un occhio circolare posto nel timpano del frontone. Le pareti laterali presentano alcune discontinuità dettate dalle cappelle e nicchie interne e dai locali accessori; in corrispondenza della navata si aprono due finestre rettangolari per lato collocate in alto ed una mezzaluna nella nicchia del fonte battesimale; nel presbiterio ai lati vi sono due finestre rettangolari, che guardano alla sacrestia e al magazzino, mentre in alto si aprono due bifore.

Coperture

La copertura della chiesa è a due falde con manto in coppi. All'intradosso, nella navata la struttura a capriate lignee, che formano sette campate, con manto di sottotegola in tavelle policrome è a vista, mentre il presbiterio è sormontato da una volta a schifo.

Campanile

Il campanile è addossato alla parete di fondo del presbiterio ed è accessibile direttamente da questo ambiente. È costituito da una torre a base quadrata in pietrame, sormontata da una cella in cui si apre una bifora su ogni lato ed è concluso da una cuspide piramidale a base ottagonale intonacata, impostata su un tamburo con archetti ed occhi. Il fusto della torre è intonacato solo esternamente, mentre all'interno la salita alla cella avviene su scale metalliche che collegano i vari solai composti da soletta in c.a. Nella cella sono ospitate tre campane; sul fronte principale della torre è presente il quadrante dell'orologio pubblico.

Apparato decorativo

L'interno della chiesa presenta le pareti lisce e prive di modanature, intonacate e tinteggiate color crema; la pavimentazione, realizzata nel1925, nella navata è di tipo veneziano e presenta il disegno di una croc

XIII - XIII (costruzione intero bene)

Costruzione della chiesa.

1550 - 1658 (completamento esterno della chiesa)

Erezione del campanile; il campanile fu iniziato nel 1550 e fu terminato nel 1658 ad opera del muratore Zaneto Donatis.

1685 - 1685 (consacrazione intero bene)

Il 30 settembre 1685 la chiesa fu consacrata dal vescovo di Trieste mons. Giacomo Ferdinando Gorizzutti.

1717 - 1717 (completamento interno della chiesa)

Realizzazione dell'altar maggiore, ad opera dello scultore ed altarista goriziano Pasquale Lazzarini; le statue furono eseguite dallo scultore gradiscano Paolo Zuliani.

1843 - 1843 (ampliamento intero bene)

L'edificio fu ingrandito andando ad occupare quasi l'intera area del vecchio cimitero; in particolare furono costruiti il nuovo presbiterio, nuovi muri portanti e le cappelle laterali, fu rifatto il tetto, furono realizzate nuove porte e finestre; probabilmente i lavori furono eseguiti dal maestro muratore Biaggio Martinis.

1862 - 1862 (completamento intero bene)

Costruzione della sacrestia ad opera del muratore Vincenzo Saulig.

1864 - 1864 (completamento interno della chiesa)

Realizzazione della cantoria ad opera del muratore Vincenzo Saulig, del falegname Giacomo Cabas, del tagliapietra Leonardo Marinis e del fabbro Giuseppe Verzegnassi; fu anche costruita la scala di accesso alla cantoria in pietra, sul fianco destro della chiesa in fondo; in quell'occasione il fonte battesimale fu spostato nella nicchia a sinistra in fondo alla chiesa.

1975 - 1975 (manutenzione straordinaria e restauro intero bene)

Lavori di manutenzione e conservazione generale delle strutture della chiesa e restauro degli interni.

anni 20 XX - anni 20 XX (rifacimento intero bene)

La chiesa fu oggetto di una serie di lavori: fu rifatto il pavimento (1925) e la facciata principale conferendole l'aspetto attuale, con la collocazione la statua della Madonna Assunta nella nicchia sopra al portale (1928).

fine 80 XX - inizio90XX (manutenzione straordinaria intero bene)

Lavori di manutenzione della chiesa; in quest'occasione è stato rifatto anche l'impianto elettrico.

Mappa

Cimiteri a GORIZIA

Via Trieste Gorizia (Go)

Viale Argine Dei Moreri 3 Grado (Go)

Via Xxiv Maggio Monfalcone (Go)

Onoranze funebri a GORIZIA

Via Cividale 58 34076 Romans D'isonzo

Via S. Polo 83 34074 Monfalcone

Via Iii Armata 3 Gorizia