Chiese in Provincia di Udine - città di : Chiesa dei Santi Cosma e Damiano

Chiesa dei Santi Cosma e Damiano
Ss. Cosma e Damiano

UDINE
Colloredo di Prato, Pasian di Prato (UD)
Culto: Cattolico
Diocesi: Udine
Tipologia: chiesa
Le prime fonti che citano la chiesa risalgono al 1336 e si riferiscono ad un atto di compravendita. Di quell'edificio non è rimasto nulla. Ora se ne vede la fase cinquecentesca. La chiesa ha un campanile a vela con bifora al colmo della facciata. L'edificio è ad aula rettangolare conclusa da un presbiterio rettangolare; nel frontone è praticata una finestra a oculo; una sola finestra rettangolare è praticata nella parete meridionale; il portale d'ingresso è architravato con lunetta archiacuta... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

Le prime fonti che citano la chiesa risalgono al 1336 e si riferiscono ad un atto di compravendita. Di quell'edificio non è rimasto nulla. Ora se ne vede la fase cinquecentesca. La chiesa ha un campanile a vela con bifora al colmo della facciata. L'edificio è ad aula rettangolare conclusa da un presbiterio rettangolare; nel frontone è praticata una finestra a oculo; una sola finestra rettangolare è praticata nella parete meridionale; il portale d'ingresso è architravato con lunetta archiacuta cieca. Il tetto a due falde è a travi in legno a vista, tavelle e manto di copertura in coppi di laterizio. La muratura è in ciottoli e intonacata. Interno: arcosanto differenzia l'aula dal presbiterio; pavimento in cotto; unico altare. Sacrestia rettangolare sul lato meridionale.

Pianta

La pianta della chiesa è ad aula rettangolare.

Prospetto principale

La facciata si presenta con una porta architravata con soprastante una lunetta archiacuta e sul frontone un oculo.Termina al colmo con una bifora campanaria.

Impianto strutturale

L'edificio è costituito da un misto di ciottoli e intonaco.

Coperture

Il tetto, a doppia falda, è in travi di legno e coppi con doppia cornice liscia sotto la gronda.

Pavimenti e pavimentazioni

La pavimentazione dell'aula in piastrelle di cotto disposte a losanga è recente. La pavimentazione del presbiterio è a seminato novecentesco.

1338 - 1338 (preesistenze intero bene)

Le prime fonti che citano la chiesa risalgono al 1336 e si riferiscono a un atto di compravendita.

1565 - 1565 (decorazioni pittoriche intero bene)

Viene incaricato il pittore Floreani di dipingere un'opera ora perduta.

1779 - 1779 (restauro intero bene)

Un fulmine colpisce l'edificio, incendiandolo. L'incendio rovinò il coperto e gli arredi interni, che vennero rifatti.

1816/12/16 - 1816/12/16 (lettera intero bene)

In una lettera il parroco di allora descrive il grave stato in cui versa la chiesa e comunica l'inizio dei lavori per la sua ristruttrazione.

1829 - 1829 (ampliamento coro)

Nel 1829 viene innalzato e ampliato il coro unificando il tetto con quello dell'aula.

1837 - 1837 (costruzione sacrestia)

Viene costruita la sacrestia.

1874 - 1874 (restauro intero bene)

Il parroco fa-restaurare completamente la struttura che viene solennemente inaugurata e benedetta il 14 maggio 1874.

1912 - 1912 (rifacimento coperto)

Viene deciso dall'assembrla dei frazionisti di provvedere al rifacimento del coperto.

1945 - 1945 (ristrutturazione intero bene)

La chiesa fu oggetto di una ristruttrazione generale: dal rifacimento del coperto alla nuova porta di ingresso.

Mappa

Cimiteri a UDINE

Via Giulia Augusta Aquileia (Ud)

Via Lovato Lignano Sabbiadoro (Ud)

Via Del Cimitero Ronchis (Ud)

Onoranze funebri a UDINE

Snc, Piazza Monsignor Alessio Beniamino Snc Nimis

Via Div. Julia 88 33020 Paluzza

P.Zza Liberta' 5 33010 Pagnacco