• Home
  •  > Notizie
  •  > Il lutto nel giorno di festa Morto a 53 anni Lovisini storico volto di Oviesse

Il lutto nel giorno di festa Morto a 53 anni Lovisini storico volto di Oviesse

Assunto nel 1985 aveva fatto tutta la gavetta fino al ruolo di direttore della filiale. Strappato dal male in un solo mese



Un lutto improvviso e tremendo ha colpito in queste ore il mondo del commercio. E un dolore enorme ha riempito i cuori di tante persone, in città ma anche a Mossa e nei paesi limitrofi. Venerdì sera infatti è morto all’ospedale San Giovanni di Dio dove si trovava ricoverato Gianpaolo Lovisini, storico volto del negozio Oviesse portato via in breve tempo da una malattia di quelle che non lasciano scampo, che non ammettono replica nemmeno da chi, come lui, amava la vita ed era abituato a lottare, non mollare mai.

Lovisini aveva solo 53 anni – ne avrebbe compiuti 54 tra poco più di un mese, il 10 ottobre – ed era persona tanto conosciuta quanto stimata da tutti. Del resto la sua professione, dietro al bancone o tra gli espositori del grande negozio di corso Verdi, lo rendeva un volto amico e noto a tanti, lo avvicinava alle persone e lo aveva fatto diventare familiare ai clienti. Merito anche di quel carattere che gli amici e i suoi cari ricordano solare e disponibile. Classe 1965, Lovisini era originario di Lucinico, e proprio tra il borgo e il vicino paese di Mossa ha vissuto gli anni leggeri e indimenticabili dell’infanzia, assieme a un gruppo di persone che con lui sono cresciute e che oggi lo piangono, inconsolabili.

«Era una persona estremamente semplice, umile, sempre sorridente e disponibile – raccontano gli amici –. Amava stare con le persone a cui voleva bene, e tra le sue passioni c’erano la montagna, specie d’inverno con gli sci, e le moto. Non si arrabbiava mai. Noi non perdiamo solo un amico, ma un fratello, il confidente che tutti vorremmo avere». Diplomatosi all’istituto Nautico di Grado, Lovisini aveva vissuto anche l’esperienza di un anno e mezzo con la divisa della Marina, ma poi ha imboccato la strada che il destino aveva pensato per lui, quella del mondo del commercio. Dal 1985 era dipendente dell’Oviesse, realtà nella quale ha costruito una carriera importante partendo, con impegno e professionalità, dalla gavetta. Dai primi incarichi più semplici, fino al suo ruolo attuale di direttore della filiale di Gorizia, Udine e Monfalcone del grande punto vendita. Lovisini si dedicava con passione al suo lavoro, ma non trascurava ciò che c’era di importante attorno, fuori, nella vita. I suoi affetti, soprattutto, come la compagna Anna con la quale ha trascorso trent’anni di vita felice. Oggi Gianpaolo lascia lei, oltre alla zia Silvana, a tanti altri parenti e amici: potranno salutarlo un’ultima volta con il funerale, che non è ancora stato fissato ufficialmente ma che potrebbe svolgersi nella giornata di giovedì, in orario da definire, nella chiesa di Lucinico. —



Pubblicato su Il Messaggero Veneto