• Home
  •  > Notizie
  •  > Morto Franco Galetto ha contribuito alla crescita del settore agricolo

Morto Franco Galetto ha contribuito alla crescita del settore agricolo

È stato vicepresidente della Coldiretti provinciale e vicesindaco di Vivaro I funerali saranno celebrati sabato nella chiesa di Tesis 

Il mondo dell’agricoltura è in lutto per la scomparsa di Franco Galetto. Protagonista per oltre trent’anni dello sviluppo nel Friuli occidentale del settore primario in qualità di dirigente della Coldiretti, tra i vari incarichi da lui ricoperti figurano quelli di vicepresidente provinciale e componente di giunta.

Galetto aveva cominciato negli anni Sessanta come presidente della sezione di Vivaro dell’organizzazione di categoria. Era stato inoltre presidente della latteria di Tesis, che aveva fatto crescere sino alla fusione con le vicine latterie sociali di Basaldella, Vivaro e Arba che erano confluite nel polo lattiero-caseario Medio Tagliamento.

Fondamentale è stato il suo ruolo nell’accorpamento dei fondi agricoli nella zona dei Magredi che ha consentito di dotare i terreni di impianti di irrigazione, un’iniziativa riuscita grazie alla capacità, alla credibilità e alla reputazione dimostrate nei confronti degli imprenditori agricoli. Una volta a riposo aveva assunto la presidenza provinciale dell’Associazione pensionati della Coldiretti. Il presidente Matteo Zolin, il direttore Antonio Bertolla, la dirigenza e la struttura hanno voluto esprimere il loro cordoglio per la scomparsa di Franco Galetto. È stato anche ricordato il suo impegno in campo amministrativo che lo ha visto diventare vicesindaco e assessore del Comune di Vivaro. «Lo hanno contraddistinto – hanno sottolineato i vertici di Coldiretti – doti innegabili, fra cui garbo ed eleganza nei modi di rapportarsi con le persone, abilità che lo hanno fatto apprezzare tra le gente, soprattutto nel mondo agricolo».

I funerali saranno celebrati sabato, alle 16, nella parrocchiale di Tesis di Vivaro. Franco Galetto lascia la sorella Annalia e la nipote Lucia. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Pubblicato su Il Messaggero Veneto