• Home
  •  > Notizie
  •  > E’ morto il dottor Cichetti, fondò la Pediatria dell’ospedale di San Daniele

E’ morto il dottor Cichetti, fondò la Pediatria dell’ospedale di San Daniele

SAN DANIELE. È morto nella mattinata di martedì 25 gennaio all’ospedale di Udine, dove era ricoverato da una settimana, il dottor Bruno Cichetti, “padre” della Pediatria dell’ospedale di San Daniele, che diresse per tre decenni.

Era nato a Casoli di Atri, in provincia di Teramo, il 25 settembre del 1935, la madre era casalinga, il padre faceva il calzolaio. Dopo gli studi classici si era laureato in Medicina, conseguendo la specializzazione in Pneumologia e in Pediatria a Perugia.

La sua prima, e unica, destinazione fu San Daniele, dove giunse nel 1963 per occuparsi del preventorio destinato ai bambini affetti da turbercolosi.

È da quel nucleo che nacque la Pediatria di San Daniele, prima con un piccolo ambulatorio e poi con un reparto che crebbe nel nuovo ospedale di cui Cichetti divenne primario all’inizio degli anni Settanta e intorno al quale gravitò la sua esistenza fino al 2000, quando andò in pensione.

Fu sempre a San Daniele che conobbe Maria Barbara Peressoni, giovane insegnante che sposò nel settembre del 1965. Da quel matrimonio sono nati i figli Mario e Laura.

Uomo dai molti interessi, «amava coltivare le letture – ricorda il figlio Mario –, la sua passione per la pittura e per il giardinaggio cui si dedicava con passione da quando era in pensione».

Pur colpito negli ultimi anni da una grave malattia, solo nelle ultime settimane le sue condizioni di salute erano andate rapidamente peggiorando «ma era comunque lucido e presente» ricordano i figli.

Ad abbozzare un ritratto del medico, ma anche dell’amico, sono alcuni suoi colleghi, a partire dal dottor Bruno Sacher, che lavorò a lungo con lui e che ne prese il posto quando andò in quiescenza.

«Era una persona timida e riservata – ricorda – non amava esporsi in pubblico. Preparato e aperto al confronto, era capace di dare spazio alle idee dei colleghi senza prevaricarli, e di creare armonia».

Ricorda la sua competenza, ma anche le sue battaglie, il dottor Gaetano Bonacito che diresse l’Anestesia: «Per lui i bambini erano sacri – spiega – si è battuto affinché, quale che fosse la loro patologia, venissero ricoverati in Pediatria con gli altri bambini, e affinché avessero accanto le loro mamme.

Fuori dal lavoro, però, Cichetti era un uomo colto, un’amabile compagnia con la quale era bello trascorrere il tempo in piacevoli conversazioni».

I funerali saranno celebrati venerdì, alle 15, nel duomo di San Daniele.

Pubblicato su Il Messaggero Veneto