• Home
  •  > Notizie
  •  > È sloveno il giovane morto appena al di là del confine

È sloveno il giovane morto appena al di là del confine

Non viene esclusa la natura violenta del decesso 

È sloveno il giovane trovato morto, l’altra mattina, a Nova Gorica, a pochi passi dal confine con l’Italia. Conferme arrivano sia dalla Polizia italiana, sia da quella slovena che si sta occupando del caso.

Quest’ultima non fornisce l’identità ma parla di un giovane di 26 anni, originario e residente nell’area della Goriška, una delle 12 regioni statistiche in cui è suddivisa la Slovenia. Pare fosse già conosciuto dalle forze dell’ordine del Paese vicino ma non si sa per quale tipo di reati o per quali precedenti.

La macabra scoperta era avvenuta lungo la Streliska ulica, sopra al tunnel della Castagnavizza. Il corpo era adagiato a terra e, accanto, c’era una bicicletta di marca “Nakamura”, probabilmente di proprietà della persona deceduta.

Sin da subito, era filtrato poco, anzi pochissimo delle autorità slovene che si stanno occupando del caso. E, a tutt’oggi, la Polizia italiana non è stata minimamente coinvolta, anche perché parliamo del decesso di un cittadino sloveno in territorio sloveno.

Le cause della morte? Non viene escluso nulla ma, dalle autorità d’oltreconfine, emerge che il decesso è avvenuto «in circostanze sospette»: a riprova di ciò, non viene nemmeno esclusa la natura violenta, mentre ieri si era parlato anche di un’overdose quale possibile causa.

Fondamentali saranno gli esiti dell’esame autoptico che verrà effettuato nei prossimi giorni dagli esperti dell’Istituto medico-legale di Lubiana: serviranno a capire le cause del decesso. Da accertare anche la presenza di tracce di sangue che sono state trovate nelle immediate vicinanze del cadavere. Ad accorgersi della presenza del corpo senza vita era stata una residente della zona che aveva subito allertato la Polizia. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Il Messaggero Veneto