• Home
  •  > Notizie
  •  > Morto il prof Pinosa, esperto di piante e animali

Morto il prof Pinosa, esperto di piante e animali

Vittima di una malattia, il 69enne aveva insegnato zootecnica all’università. Mercoledì l’ultimo saluto nel duomo di Udine

Lusevera

L’alta val Torre piange il professore dell’ateneo friulano Maurizio Pinosa che da sempre era rimasto legato alla sua terra. È morto mercoledì nella sua casa di Udine all’età di 69 anni. Da tempo combatteva contro una malattia: era stato ricoverato alcuni mesi all’ospedale del capoluogo friulano ma purtroppo non è riuscito a vincere questa difficile battaglia.

Fratello di Giorgio, ex sindaco di Lusevera, Pinosa si era laureato alla facoltà di agraria all’Università di Padova: successivamente, ha svolto tutta la sua carriera nella facoltà di agraria dell’ateneo di Udine impegnandosi negli studi del settore zootecnico, fino a diventare professore ordinario, rivestendo il ruolo di prorettore incaricato. Era andato in pensione dal 2014. «Ho avuto modo di conoscerlo anche se non di lavorare direttamente con lui – lo ricorda Paolo Cecon, direttore del Dipartimento di scienze agroalimentari, ambientali e animali dell’Università di Udine –: è stato una persona molto amata dai colleghi e dai suoi studenti». Aveva collaborato anche con varie riviste di fama internazionale ed era stato autore di articoli e libri di ricerca relativi alle scienze agricole, ambientali e animali.

A piangere oggi la scomparsa prematura di Pinosa è soprattutto la sua terra, Lusevera e in particolare Villanova delle Grotte dove era cresciuto e dove c’era ancora la casa di famiglia che lui raggiungeva spesso, appena gli impegni di lavoro glielo permettevano.

Grazie alla sua grande esperienza nel settore agrario e la passione par il paese, aveva avviato delle piccole piantagioni sperimentali di vari tipi di frutta, tra cui fragole, kiwi e castagni, che curava personalmente. «È mancato un zawarshan, così si chiamano gli abitanti di Villanova delle Grotte nell’antica lingua slava locale “doc” – lo ricorda calorosamente il vice sindaco Mauro Pinosa –, un uomo dall’intelligenza acuta, dalla mente fervida, pronta, innamorato del suo paese e della sua gente dove tornava ogni volta che i suoi prestigiosi impegni, e ultimamente la malattia, glielo permettevano». «Micjo, così l’ho sempre chiamato fin da bambino – prosegue il vicesindaco –, nonostante la sua cultura e i suoi studi è rimasto sempre una persona semplice e alla mano, un amico fraterno, eterno goliarda, sempre pronto a fare festa e ad aiutare quando ce n’era bisogno. Quante idee e quanti progetti per il nostro paese e per la nostra valle abbiamo discusso. La sua scomparsa lascia un vuoto enorme. Mi dispiace veramente tanto». Pinosa lascia la moglie Normanna, i figli Alberto e Riccardo, il fratelli Giorgio, Roberto e Maria Grazia. I suoi funerali saranno celebrati mercoledì 4 agosto, alle 17, in duomo a Udine. Successivamente verrà eseguita una cerimonia funebre a Villanova delle Grotte, il suo amato paese a cui era rimasto profondamente legato, dove le ceneri verranno tumulate. —

Pubblicato su Il Messaggero Veneto