• Home
  •  > Notizie
  •  > Corpo senza vita di una donna trovato nel Tagliamento

Corpo senza vita di una donna trovato nel Tagliamento

CASTIONS DI STRADA. Il cadavere di una donna è stato scoperto, attorno alle 9, da un pescatore sportivo sulla parte destra del fiume Tagliamento, all’altezza del centro abitato di San Filippo, nel Comune di San Michele al Tagliamento. Tutto lascia pensare che possa trattarsi del corpo di Maura Turolla, la 55enne di Castions di Strada uscita a fine maggio dalla sede del centro di salute mentale di Latisana, in cui era ospitata.

I vestiti e le scarpe paiono proprio gli stessi che la donna indossava al momento della scomparsa. Sebbene tutti gli elementi sembrino confermare la corrispondenza, per avere certezze bisognerà attendere l’esito dell’autopsia che verrà fissata nei prossimi giorni. Solo allora potrà avvenire l’eventuale riconoscimento da parte dei parenti che, per il momento, da quanto si è potuto capire, non sono stati avvertiti. Il medico legale esaminerà la salma per trovare elementi utili a fare luce sulle cause della morte.

Turolla nelle ore immediatamente successive alla sparizione era stata cercata in un’ampia area a Latisana, anche con l’ausilio di droni. Ma gli sforzi dei soccorritori non avevano purtroppo avuto l’esito sperato. Le ricerche erano state estese anche a Fossalta di Portogruaro, con l’aiuto dell’elicottero dei vigili del fuoco di Venezia. Erano stati perlustrati anche i corsi d’acqua minori. Della scomparsa di Maura Turolla si era occupata anche la trasmissione televisiva “Chi l’ha visto”.

In mattinata, dopo la segnalazione relativa all’avvistamento del cadavere, lungo l’argine del Tagliamento sono intervenuti i carabinieri delle stazioni di San Michele e di Bibione, assieme al comandante della compagnia di Portogruaro, Raffaele Di Lauro. I vigili del fuoco del Nucleo Sommozzatori di Venezia hanno recuperato la salma, affidandola al medico legale Antonello Cirnelli, chiamato dal pm che indaga sui fatti, Lucia Terzariol della Procura di Udine. La ditta Duomo ha poi trasportato il corpo alla cella mortuaria nel cimitero di via Capodistria a Bibione.

Pubblicato su Il Messaggero Veneto