• Home
  •  > Notizie
  •  > Addio a Annunziato Crucitti, il sindaco della ricostruzione dopo il terremoto

Addio a Annunziato Crucitti, il sindaco della ricostruzione dopo il terremoto

Aveva 84 anni. Ha amministrato il paese per quattro legislature, dal 1971 al 1995. L’ultimo saluto domani in alle 15

MANIAGO. Fanna piange il sindaco della ricostruzione post terremoto Annunziato Crucitti, morto ieri a 84 anni.

Un uomo stimato per le qualità umane e un amministratore di spessore e di grandi capacità.

Una persona indelebile nei cuori dei fannesi e di quanti lo hanno conosciuto e hanno operato al suo fianco. Era molto conosciuto e apprezzato, infatti, anche fuori dei confini comunali.

«È stato sindaco per quattro legislature e ha concluso la sua esperienza in municipio nel 1995 – ha ricordato il primo cittadino di Fanna, Demis Bottecchia –. Avrebbe compiuto 85 anni a dicembre. Siamo vicini ai familiari: quello che stanno vivendo è un momento molto difficile per loro, ma anche per tutta la comunità di Fanna»

«Annunziato Crucitti è stato un apprezzato amministratore del paese – ha detto ancora Bottecchia – , ha affrontato con spirito di servizio e determinazione le difficoltà legate al terremoto e alla successiva ricostruzione. Il suo operato è ancora oggi tangibile e di questo dobbiamo essergli riconoscenti. La sua figura deve essere d’esempio per tutti i fannesi».

Amici e collaboratori lo hanno ricordato come un uomo che si è sempre impegnato con passione e dedizione a favore della comunità. Una persona che amava i toni pacati: un mediatore, mai sopra le righe, che è riuscito a fare squadra e a gestire situazioni non semplici, come appunto quella del terremoto del 1976. Il Comune di Fanna gli è estremamente riconoscente per quanto ha fatto, come hanno tenuto a mettere in luce i componenti dell’esecutivo Bottecchia.

Annunziato Crucitti è stato eletto per la prima volta nel 1971 ed è rimasto in carica ininterrottamente sino agli anni Novanta.

L’ex sindaco lascia nel dolore la moglie Maria e i figli Antonino, che è medico ad Azzano Decimo, e Alberto, dirigente dell’Inps, che è stato anche a capo della polizia municipale di Maniago. In quest’ultima, Crucitti si è fatto apprezzare pure dal punto di vista professionale: ha portato a compimento, infatti, la carriera in Poste italiane come direttore dell’ufficio della città del coltello.

L’ultimo saluto all’ex primo cittadino verrà dato alle 15 di domani nella chiesa parrocchiale di San Martino, a Fanna, dove questa sera, alle 20, sarà recitato il rosario in suffragio. —

 

Pubblicato su Il Messaggero Veneto