• Home
  •  > Notizie
  •  > Uccide la moglie con una lama: cosa è successo nella villetta di Aquileia

Uccide la moglie con una lama: cosa è successo nella villetta di Aquileia

AQUILEIA. Era riuscita a uscire di casa e a gridare aiuto prima di accasciarsi a terra in un lago di sangue. Un appello disperato che purtroppo non è bastato a salvarle la vita.

Una donna di 66 anni di Aquileia, Marinella Maurel, è stata accoltellata dal marito al termine di una discussione: trasportata in gravissime condizioni all’ospedale di Udine è morta poche ore dopo. L’uomo, Livio Duca, anche lui 66enne, è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Palmanova, guidati dal maggiore Stefano Bortone, per l’ipotesi di reato di omicidio.

Duca dalla serata di martedì 22 settembre si trova piantonato all'ospedale di Palmanova in attesa di essere interrogato dagli inquirenti.

La tragedia è accaduta nel tardo pomeriggio di martedì, in corso Gramsci, una zona residenziale costellata da villette attorniate dal giardino.

Al civico 11, dove abitava la vittima con il marito (mentre in un altro appartamento all’interno della stessa villa vive la madre di lui, assistita costantemente da una badante), erano passate le 18 da una ventina di minuti quando, per cause che devono ancora essere chiarite dagli inquirenti, l’uomo ha impugnato un coltello a serramanico e ha colpito la moglie Marinella.

In base una prima ricostruzione la donna è stata raggiunta al collo, probabilmente da un solo fendente. Ferita in maniera molto seria e sotto choc, la donna è comunque riuscita a guadagnare l’uscita e ad arrivare fino al cancello che dà sulla strada. Le sue grida di aiuto hanno attirato l’attenzione dei vicini, i quali hanno immediatamente dato l’allarme e chiamato i soccorsi.

Tra i primi ad accorrere sul posto anche il sindaco di Aquileia, Emanuele Zorino, appena uscito dalla farmacia che si trova poco distante dal luogo dell’aggressione, e una infermiera che, arrivata dopo aver sentito le urla strazianti della donna, ha prestato alla vittima le prime cure in attesa dell’arrivo del personale sanitario inviato dalla centrale Sores.

E questo è il post che il primo cittadino ha scritto sul suo profilo facebook subito dopo aver appreso la notizia del decesso della donna.

Ho appena ricevuto la notizia che la signora Marinella non ce l’ha fatta. Oggi nella nostra comunità si è consumata una...

Pubblicato da Emanuele Zorino su Martedì 22 settembre 2020

In corso Gramsci è stato richiesto l’intervento di una ambulanza e dell’elisoccorso del 118. La donna è stata sottoposta alle procedure di rianimazione sul posto prima di essere trasportata d’urgenza in ambulanza al Santa Maria della Misericordia di Udine.

Le sue condizioni, che già erano apparse critiche, si sono ulteriormente aggravate durante la permanenza in ospedale e poche ore dopo il suo ricovero, nonostante il prodigarsi dei medici per salvarle la vita, Marinella Maurel è deceduta.

Il marito, che dopo l’aggressione si trovava in stato confusionale, è stato arrestato dai carabinieri e accompagnato nel carcere di Udine: dovrà rispondere di omicidio. Dell'episodio è stata subito informata la Procura di Udine.

Non si conosce ancora il motivo alla base della tragedia, saranno gli inquirenti a fare luce sulle ragioni che hanno spinto Livio Duca, con un passato da imprenditore nel settore idraulico, a infierire contro la moglie. La coppia, sposata da anni e con un figlio ormai grande, sono conosciuti ad Aquileia e nessuno avrebbe mai pensato a un epilogo simile. Più di qualcuno, però, ha riferito che l’uomo stesse vivendo un periodo particolarmente difficile. —

 

Pubblicato su Il Messaggero Veneto