• Home
  •  > Notizie
  •  > Addio alla professoressa Gianna Comessatti

Addio alla professoressa Gianna Comessatti

Sabato avrebbe compiuto 91 anni. Insegnò matematica e fisica allo Stellini e al Percoto

UDINE. Si è spenta venerdì alla vigilia del suo 91º compleanno, nel reparto di Terapia semi-intensiva dell’ospedale di Udine, dove era ricoverata da alcuni giorni a seguito di complicazioni cardiache subentrate dopo un intervento resosi necessario per la frattura di un femore.


Lutto nel mondo dell’istruzione di Udine per la scomparsa della professoressa Gianna Comessatti in Cernecca, che come docente di matematica e fisica nei licei “Caterina Percoto” prima e “Jacopo Stellini” poi aveva cresciuto (e istruito) diverse generazioni udinesi.


Nata a Udine il 14 luglio 1926 da una famiglia di origini carniche (il padre era il noto avvocato Mario Comessatti), si era laureata in matematica e fisica all’università di Padova, dove in seguito aveva iniziato la carriera come assistente universitaria.

A metà degli anni ’50 il trasferimento in pianta stabile a Udine: come professoressa di matematica e fisica aveva insegnato fino all’inizio degli anni ’90, dopo una vita spesa quasi interamente al liceo “Stellini”, quasi sempre come insegnante nella sezione “C”. Una passione condivisa con il marito, Stellio Cernecca, anche lui insegnante di matematica e fisica e anche lui docente negli stessi anni allo “Stellini”, ma nella sezione “B”.


Professoressa vecchio stile, severa ma allo stesso tempo sempre attenta alle esigenze didattiche delle sue classi, aveva sempre saputo farsi ben volere dai suoi alunni grazie a una preparazione professionale sopra la media.

Grande appassionata di cultura, in qualsiasi sua forma, aveva conservato fino alla fine una memoria fuori dal comune che le consentiva di ricordare, già novantenne, aneddoti e volti incontrati durante la sua pluridecennale carriera lavorativa. Solo negli ultimi anni, a causa di seri problemi alla vista e delle conseguenti difficoltà di deambulazione, si era arresa alla necessità di lasciare la sua casa in via Romeo Battisti per trasferirsi nella casa di riposo La Quiete, dove nei giorni scorsi, a seguito di una caduta accidentale, si era fratturata un femore. Infortunio che aveva reso necessario l’intervento ortopedico.


Gianna Comessatti in Cernecca lascia nel dolore, oltre al marito, i figli Bruna, Mario e Luigi e gli amatissimi nipoti Sara, Davide e Marta.


I funerali si svolgeranno (salvo diversa disposizione dopo l’ispezione cadaverica prevista per domani mattina) nella chiesa del Carmine in via Aquileia martedì alle 15.30.

Pubblicato su Il Messaggero Veneto